Laboratori

Laboratori

Inizia tutto da qui. Sono proprio i laboratori il fulcro dell’attività di BeC-natura.

La ricerca prende vita proprio nei laboratori, tra microscopi e provette, nelle mani dei nostri esperti.

I laboratori sono divisi per tipologia: chimica, microbiologia tecnica, controllo di qualità e prove di efficacia.

Laboratori di Chimica

È qui che i chimici di BeC-natura eseguono le analisi chimiche e gli studi che permettono di valutare: la qualità e la purezza degli ingredienti (materie prime) impiegati nelle formulazioni cosmetiche e negli integratori alimentari.

Nei laboratori chimici di BeC-natura, gli esperti si occupano quotidianamente di scegliere fra materie prime provenienti da fornitori diversi per avere sempre i migliori ingredienti disponibili sul mercato, valutare periodicamente la corretta conservazione di materie prime e prodotti finiti presenti in magazzino, determinare il contenuto di principi nutrizionali negli integratori alimentari per redigere la tabella nutrizionale (vitamine, sali minerali, carboidrati, proteine, lipidi, ecc...), valutare la presenza di impurezze o allergeni nelle materie prime impiegate, studiare l'assorbimento dei principi attivi delle formulazioni cosmetiche attraverso l'epidermide umana, valutare in vitro il fattore di protezione solare di prodotti specifici.

Come vengono condotti questi studi?

Tutti questi studi vengono condotti utilizzando moderne strumentazioni analitiche tra le quali: la cromatografia liquida ad alte prestazioni con detector a fotodiodi (HPLC-DAD) , la cromatografia liquida ad ultra-prestazioni abbinata alla spettrometria di massa (UPLC-MS) la gas-cromatografia (GC) , la gas-cromatografia abbinata alla spettrometria di massa (GC-MS), la spettrofotometria UV-Visibile, la spettroscopia di assorbimento atomico (AAS).

Elenco delle determinazioni del nostro Laboratorio:

  • Analisi GC-MS di Oli Essenziali ed altre miscele di composti volatili (tramite GC-MS o GC-FID)
  • Analisi GC-MS con SPME (in spazio di testa ed in immersione) di composti volatili in tracce in soluzioni acquose
  • Analisi HPLC-DAD di parabeni ed altri conservanti
  • Analisi HPLC-DAD di vitamine idro- e lipo – solubili
  • Analisi HPLC-DAD o UPLC-MS di fenoli, polifenoli e flavonoidi in estratti vegetali
  • Analisi HPLC-DAD o UPLC-MS di principi attivi specifici in estratti vegetali ed ingredienti cosmetici
  • Determinazione di cationi ed idruri (metallici) nelle acque tramite AAS
  • Determinazione di cationi ed idruri (metallici) in matrici complesse di origine vegetale ed in formulazioni cosmetiche/alimentari tramite AAS
  • Determinazione di anioni (cloruri, bromuri, ioduri, ecc.) tramite HPLC-DAD
  • Determinazione dell’azoto totale in preparati alimentari (metodo di Kjeldal)
  • Determinazione del contenuto di grassi in preparati alimentari (tramite estrazione Soxhlet)
  • Determinazione del contenuto di carboidrati in preparati alimentari (per via enzimatica, tramite Spettrofotometria UV-Vis)
  • Determinazione del contenuto di acqua in polveri (tramite termobilancia)
  • Determinazione del numero di iodio, numero di perossidi ed acidità libera in oli e grassi
  • Determinazione spettrofotometrica dell’ossidazione di oli e grassi
  • Determinazione in vitro del fattore di protezione solare di filtri UV (tramite spettrofotometria UV-Vis)
  • Studio della cinetica di dissoluzione e/o rilascio di principi attivi di compresse e capsule (tramite Spettrofotometria UV-Vis)
  • Studio della cinetica di perfusione trans-epidermica di principi attivi da formulazioni cosmetiche (tramite celle di Franz ed analisi HPLC-DAD, UPLC-MS, GC-MS o spettrofotometrica)
  • Determinazione delle fibre alimentari totale e solubili
  • Caratterizzazione del contenuto in acidi grassi e steroli di oli vegetali, cosmetici e integratori (tramite GC-MS)
  • Determinazione del grado di purezza di materie prime cosmetiche e alimentari (tramite spettrofotometria UV-Vis)
  • Determinazione del titolo degli estratti secchi vegetali
  • Determinazione degli allergeni e delle tossine alimentari tramite saggio ELISA o UPLC-MS
  • Laboratori di Tecnica

    All’interno di questo laboratorio si svolgono principalmente le attività legate allo sviluppo della formulazione del prodotto cosmetico, la determinazione delle specifiche chimico-fisiche (pH, viscosità, densità, indice di rifrazione, ecc) del prodotto, lo studio del comportamento reologico di una formulazione o di miscele di ingredienti che diventeranno parte della formulazione, gli studi di stabilità di una formulazione cosmetica, gli studi di compatibilità tra formulazione cosmetica e materiali di confezionamento, ecc.

    Determinazione delle specifiche chimico-fisiche

    Questi controlli sono essenziali sia al fine di caratterizzare, che per valutare lo stato di conservazione nel tempo di un determinato composto.

    Le analisi possono essere di due tipi: soggettive ed oggettive.

    L’analisi soggettiva comprende la valutazione visiva: l’aspetto del prodotto, il colore, la trasparenza e l’odore. Questi parametri sono determinati al momento della produzione ma possono essere utili anche per studiare lo stato di conservazione nel tempo. Mentre, le analisi oggettive, dette anche chimico-fisiche, richiedono l’uso di strumenti per essere eseguite e vengono effettuate in un secondo momento anche su tutti i lotti di produzione.

    Elenco delle determinazioni del nostro Laboratorio di Tecnica:

    • Determinazione del pH di formulazioni cosmetiche
    • Determinazione della viscosità di formulazioni cosmetiche o miscele di ingredienti (tramite viscosimetro di Brookfield)
    • Determinazione dell’indice di rifrazione di liquidi (tramite rifrattometro di Abbe)
    • Determinazione della densità di liquidi, creme e polveri (tramite picnometro)
    • Studio del comportamento reologico di soluzioni, emulsioni e gel (tramite reattore IKA Labortechnik interfacciato a PC)
    • Studio di stabilità di formulazioni cosmetiche (stabilità termica, centrifugazione, ecc)

    Laboratori di Microbiologia

    In questo laboratorio vengono eseguiti principalmente studi microbiologici sugli ingredienti alimentari e cosmetici (estratti vegetali ecc.) che permettono di selezionare le materie prime più pure e sicure esistenti sul mercato internazionale.

    Gli studi più eseguiti sono in ambito microbiologico sui prodotti finiti, sia gli integratori alimentari che i cosmetici, per garantirne la purezza microbiologica e la completa sicurezza per il consumatore. Infine, vengono eseguite colture cellulari di ceppi batterici e fungini selezionati, con lo scopo di testare la stabilità nel tempo di prodotti senza conservanti (Challenge test) e/o studiare le proprietà antisettiche delle formulazioni cosmetiche e di alcuni specifici ingredienti come gli oli essenziali.

    Qui si eseguono anche incubazioni di membrane epidermiche umane ricostituite che verranno utilizzate negli studi di cinetiche di diffusione di principi attivi (vedi laboratorio di chimica).

    Elenco degli studi del Laboratorio di Microbiologia:

    • Determinazione della carica microbica totale (batteri e muffe-lieviti) di materie prime, formulazioni cosmetiche e alimentari
    • Ricerca di ceppi contaminanti specifici (Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa e Candida albicans, Salmonella, Escherichia coli, ecc.)
    • Colture di ceppi batterici e fungini specifici
    • Determinazione dell'attività antibatterica mediante valutazione dell'alone di inibizione di principi attivi vegetali, di nuovi conservanti naturali, di formulazioni cosmetiche o di oli essenziali (aromatogramma in fase solida).

    Determinazione della MIC (minima concentrazione inibente) di principi attivi vegetali, oli essenziali (aromatogramma in fase liquida), di nuovi conservanti naturali.

    Esecuzione del Challenge test, per valutare la capacità di una formulazione cosmetica di conservarsi nel tempo e resistere a contaminazioni batteriche e fungine

    Incubazioni di culture cellulari in atmosfera controllata (5% di CO2)

    Studi Microbiologici

    Secondo quanto stabilito dalla normativa nazionale ed internazionale vigente, i prodotti cosmetici possono essere commercializzati solo se soddisfano i criteri di purezza microbiologica. Dunque, i controlli, devono essere eseguiti sia per assicurare la conservabilità del prodotto nel tempo che per garantire la sicurezza del consumatore.

    Questo controllo, oltre che sulle materie prime, viene eseguito su 5 campioni prelevati casualmente nel medesimo lotto di produzione. Inizialmente viene determinata la carica batterica totale, che non deve essere superiore a determinati valori.

    Se anche solo un campione supera questo limite è necessario andare a effettuare la ricerca di ceppi specifici (Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa e Candida albicans). Questi microrganismi sono dannosi per la salute dell’uomo e quindi non devono essere assolutamente presenti affinché il lotto possa essere accettato e il prodotto possa essere messo in commercio.

    I controlli microbiologici rivestono un’importanza significativa anche per “garantire la sicurezza e la qualità“ degli integratori alimentari: l’analisi eseguita su materie prime e prodotti finiti deve garantire una carica totale controllata e l’assenza di ceppi patogeni specifici, come Salmonella, Escherichia coli e Staphylococcus aureus.

    Tutto ciò che entra in contatto con il prodotto viene analizzato microbiologicamente, dalle superfici (macchinari e utensili) al materiale di confezionamento (flaconi, spugne di confezionamento, etc.) fino all’aria e all’acqua presenti nei laboratori di produzione.

    Un ulteriore studio microbiologico che viene effettuato sui prodotti finiti cosmetici è il“Challenge test”, che consiste nell’inoculare volontariamente il prodotto con una determinata carica di alcuni microrganismi patogeni e valutare come questi si comportano nel tempo, permettendo così di valutare la resistenza del prodotto all’attacco di microrganismi e stabilire la data di scadenza del prodotto.

    Controllo Qualità

    Il controllo qualità riveste un ruolo centrale nell’attività e nella politica BeC-natura.

    Il controllo di qualità ha un ruolo da protagonista in ogni fase della lavorazione: dall’analisi delle materie prime in ingresso, al controllo di ogni parametro scientificamente rilevante fino alla verifica della formulazione studiata e al rispetto di tutte le specifiche esaminate di tutti i prodotti in uscita.

    E’ un passaggio fondamentale che ha lo scopo di fornire un prodotto soddisfacente, sicuro ed adeguato ai requisiti richiesti dal consumatore e agli obiettivi che si è prefissato il pool di scienziati ed esperti BeC-natura. Un processo di controllo qualitativo “itinerante” che segue, passo dopo passo, ogni momento e ogni spazio del lavoro, dalla fase progettuale al ciclo di produzione.

    La gestione della qualità si avvale in particolare di due laboratori, chimico e microbiologico, attrezzati per svolgere questo delicato compito.

    Prove di efficacia

    Questi studi permettono di dimostrare scientificamente gli effetti del prodotto sulla pelle e servono come punto di partenza per scrivere le indicazioni e le caratteristiche generali del prodotto da apporre sulla confezione. I protocolli utilizzati alla BeC -natura per le prove di efficacia del prodotto cosmetico sono impostati per lo studio in vivo, con metodi non invasivi, esclusivamente su volontari umani sani ed informati; vengono valutati parametri cutanei quali TEWL (evaporazione transepidermica), pH, idratazione, secrezione sebacea, elasticità, rugosità cutanea e microcircolazione sottocutanea.

    Inoltre in questo laboratorio vengono eseguiti studi di tollerabilità cutanea delle formulazioni cosmetiche, i “patch test”, per garantirne la sicurezza per il consumatore.

    Infine vengono eseguiti studi di efficacia di prodotti per capelli ex vivo, cioè su ciocche (tagliate) di capelli veri di varie tipologie.