BeC S.r.l.
Servizio -> F.A.Q.
Cosa sono gli estratti secchi?

Gli estratti secchi sono materie prime che si ottengono per estrazione dalle parti della pianta (dette droghe) in cui sono contenuti i principi attivi e rappresentano la forma più efficace e sicura per fruire delle loro proprietà. La droga assunta tal quale o in forma di infusi non rappresenta per il consumatore una sufficiente garanzia di qualità e sicurezza, perché non si conosce il reale contenuto in principi attivi né da un punto di vista qualitativo che quantitativo. Per questo motivo nella formulazione dei suoi prodotti la BeC impiega estratti secchi titolati, cioè con una quantità dichiarata e garantita di un principio attivo o di un gruppo di principi attivi con struttura ed attività simili; tale estratti vengono riportati sull’etichetta degli integratori insieme al titolo dichiarato. Quando la disponibilità di mercato non lo permette vengono impiegati estratti per i quali è riportato il rapporto “estratto/droga (E/D)”. Tale rapporto rappresenta i Kg di pianta (o parte di pianta) impiegati per ottenere 1 Kg di estratto secco: ad esempio, se è indicato un rapporto estratto/droga di 1/4 si intende che per ottenere 1 Kg di estratto si utilizzano 4 Kg di pianta (droga). In entrambi i casi (estratti titolati o indicanti il rapporto E/D) si ha la certezza di una materia prima ottenuta con un metodo preparativo riproducibile e sempre uguale, cioè standardizzato; inoltre l’utilizzo di estratti è sicuramente garanzia di controlli analitici e microbiologici sulla materia prima, minore variabilità di composizione ed è comunque un modo per avere un contenuto di principio attivo molto più alto di quello presente nella pianta di partenza.